fbpx

Le pubblicità su Facebook sono diventate di uso comune, non solo per le aziende, ma anche per i professionisti che vogliono farsi conoscere e acquisire clienti.

I social media, e Facebook in particolare, hanno permesso anche agli imprenditori più piccoli di poter fare pubblicità a costi contenuti ottenendo degli ottimi risultati.

Di recente Shopify ha reso pubblico uno studio dal quale emerge che più della metà del traffico generato dai social verso i negozi online arriva da Facebook.

Parliamo di circa l’85% delle vendite!

Ma quali sono gli aspetti fondamentali per cui vale davvero la pena prendere in considerazione Facebook per la pubblicità del proprio brand?

 

Cos’è Facebook Ads e a cosa serve

Facebook Ads è uno strumento molto efficace per far crescere la propria attività, per costruire un bacino di utenti e clienti fedeli, per  generare lead e vendite. Il motivo del successo delle Ads di Facebook è molto semplice. Facendoti pubblicità su Facebook hai la possibilità di raggiungere 2,2 miliardi di utenti attivi ogni giorno, in tutto il mondo (30 milioni solo in Italia).

Che tipo di investimento economico dovresti fare per raggiungere gli stessi numeri attraverso la pubblicità più tradizionale?

Non solo. 

Sulle piattaforme social un utente medio trascorre circa 50 minuti al giorno. Un periodo di tempo molto ampio durante il quale è esposto ad ogni forma di advertising. Il plus di Facebook è che permette di targettizzare il pubblico in base agli interessi, alle abitudini, all’età o alla posizione geografica, restituendo un annuncio mirato su un pubblico ben specifico.

Per ottenere dei risultati soddisfacenti è molto importante partire da una domanda: quale obiettivo voglio raggiungere? Per esempio, se hai un eCommerce potresti voler portare traffico sul tuo sito, oppure creare una campagna che raggiunga chi ha già visitato il tuo sito e realizzare un annuncio specifico in base all’azione che ogni utente ha compiuto sul tuo shop online.

 

 5 motivi per usare Facebook Ads

Ci sono almeno cinque motivi che dovrebbero aiutarti a valutare di scegliere Facebook come partner per la promozione del tuo brand.

 

#1 Alta profilazione

Le campagne promozionali di Facebook permettono di profilare gli utenti in modo da creare dei pubblici specifici in base a caratteristiche anagrafiche (relazione, istruzione, età, sesso, lingua, lavoro), agli interessi, ai comportamenti che assumono in rete (carica tante foto, usa la carta di credito, gestisce altre pagine o gruppi), alle connessioni (puoi includere o escludere dalla campagna chi è connesso alla tua pagina, o puntare su chi segue specifiche pagine).

Un’ampia gamma di dettagli che permettono di identificare in maniera mirata il pubblico potenzialmente interessato ai tuoi annunci e ai tuoi prodotti o servizi.

 

#2 Interazione con eCommerce

 

Rispetto ad altre piattaforme, Facebook permette di configurare le campagne promozionali anche sul tuo eCommerce grazie al pixel. Uno strumento che permette di tracciare le azioni che gli utenti compiono sul tuo sito.

Il pixel è fondamentale per ottimizzare le campagne e monitorare i risultati. Non usarlo è un vero sacrilegio!

 

#3 Ottimizzazione in corsa

L’uso del pixel consente di sapere se un cliente ha eseguito un’azione dopo aver visto la tua inserzione su Facebook. Più aumentano le conversioni sul tuo shop, migliore sarà la capacità di Facebook di mostrare i tuoi annunci alle persone più propense ad eseguire determinate azioni. Non è altro che l’ottimizzazione delle conversioni.

 

#4 Costi contenuti

Questo aspetto lo abbiamo ribadito più volte. La pubblicità sulla piattaforma di Zuckerberg è molto conveniente. Di nuovo aggiungiamo che il costo di ogni campagna viene determinato attraverso delle aste pubblicitarie che si stabilisce tra i vari inserzionisti. Sarà poi l’algoritmo a determinare qual è il miglior annuncio da far vedere al miglior pubblico. per agevolarne l’utilizzo, Facebook ha reso pubblica una guida sul funzionamento dei prezzi e su come impostare un budget.

 

#5 Risultati trasparenti

Il sistema di gestione delle ads è costruito in maniera tale da permettere di tracciare i risultati in maniera semplice e trasparente grazie ad un monitoraggio costante e live dell’andamento della campagna.

 

Come agiscono le Facebook Ads

Usare gli annunci su Facebook vuol dire agire sull’inconscio del consumatore, risvegliare il bisogno latente di un prodotto o servizio a cui potenzialmente potrebbe essere interessato.

Per questo quando crei una strategia di marketing è fondamentale sapere quali sono i bisogni del tuo target, proprio perché è su quelli che devi far leva. La grande quantità di dati su cui poggia la struttura di Facebook ads permette agli inserzionisti di profilare il target in maniera accurata e di intercettare i reali bisogni del consumatore.

 

Facebook Ads o Google Ads?

C’è una differenza sostanziale tra le due piattaforme pubblicitarie. Google Adwords intercetta i bisogni di un consumatore già consapevole, mentre Facebook targettizza il cliente cercando di capire quali sono i suoi interessi e come catturare la sua attenzione.

La scelta di utilizzare una piattaforma piuttosto che l’altra è legata al tipo di obiettivo che vuoi raggiungere con il tuo brand. 

Scegli Google Adwords se il tuo cliente è già “attivo”, cioè se ricerca già informazioni sulla nicchia di mercato. Il canale advertising di Google permette di utilizzare due tipologie di pubblicità: Pay per Click, ovvero paghi per ogni utente che clicca sull’annuncio, o Pay per Impression, che ti permette di pagare per ogni tot di visualizzazioni dell’annuncio.

Il traffico passivo è quello a cui Facebook Ads fa riferimento quando propone dei prodotti a un utente che potrebbe essere interessato, ma ancora non lo sa.

 

Condividi